Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

Responsabilità medica: risarcimento del danno biologico e del danno esistenziale

Risarcimento danno biologico: i certificati medici privati devono essere esaminati

Con la recente sentenza n. 9057/2018 la Corte di Cassazione, in tema di liquidazione del danno alla salute, ha stabilito che il danno biologico ed il danno esistenziale appartengono alla stessa area protetta dalla Costituzione all’art. 32, pertanto riconoscere al paziente vittima di malasanità il risarcimento sia del danno biologico che del danno esistenziale, costituisce duplicazione del risarcimento.

Quindi il giudice, nel valutare il danno sofferto dalla vittima dell’errore medico, deve seguire determinati criteri e valutare congiuntamente il danno subito dalla persona alla propria sfera morale, sia le conseguenze che incidono negativamente sotto il profilo dinamico-relazionale della sua sfera di vita.

Se però dall’errore medico non sono derivati danni alla salute ma siano stati lesi altri interessi, comunque costituzionalmente garantiti, l’accertamento e la valutazione non potranno essere svolti automaticamente ma dovranno essere svolti “sotto il medesimo, duplice aspetto, della sofferenza morale e della privazione/diminuzione/modificazione delle attività dinamico-relazionali precedentemente esplicate dal soggetto danneggiato”.

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.