Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

Malasanità: dermatologo condannato per omesso approfondimento di esami

Malasanità: dermatologo condannato per omesso approfondimento di esami

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 26517/2017 ha stabilito che se un paziente presenta escoriazioni sulla bocca e il sanitario omette di eseguire indagini approfondite sulla loro causa, quest”ultimo può essere chiamato a rispondere dei danni cagionati da tale omissione. Per sottrarsi a responsabilità il dermatologo deve dimostrare di aver agito con diligenza.

Il caso: un dermatologo ometteva di effettuare esami approfonditi circa la causa delle escoriazioni alla bocca di un paziente, in particolare non eseguiva esame istologico, non permettendo la diagnosi di un tumore a causa del quale l paziente decedeva.

Il medico veniva condannato il Appello e ricorreva per Cassazione.

La decisione della Corte: a giudizio degli Ermellini, il giudice del merito ha esattamente valutato il nesso di causalità tra la condotta del medico ed il decesso del paziente e, “l’esecuzione di un esame istologico (se fosse stato disposto dal convenuto) avrebbe permesso di accertare l’esistenza della malattia molto prima di quanto effettivamente avvenuto”.

Quanto all’onere della prova, hanno ribadito che, in materia di responsabilità professionale sanitaria, NON È L’ATTORE A DOVER PROVARE LA COLPA DEL MEDICO. Il paziente infatti ha il solo onere dell’allegazione della colpa del medico

Al contrario, infatti, è il medico a dover dimostrare di aver agito con diligenza.

Confermata la condanna in Appello.

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.