Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

MALASANITA’, CIVILE O PENALE?

malasanitaadriaticainfortunio

chiunque voglia chiedere il risarcimento dei danni per responsabilità professionale sanitaria, può agire nei confronti dei medici sia penalmente che civilmente, in quanto i procedimenti che ne derivano si svolgono su due binari differenti e gli esiti dell’uno non vincolano né inficiano gli esiti dell’altro.

Lo ha affermato recentemente la Corte di Cassazione con sentenza n. 22520/2019 nella quale gli Ermellini hanno chiarito che l’esito del procedimento penale a carico di un sanitario non possono vincolare il procedimento civile.

Gli Ermellini infatti hanno affermato che i due procedimenti differiscono per quanto riguarda la prove “l’elemento soggettivo dell’illecito civile è sganciato da quello accertato con diversa finalità in sede penale; si può accertare la colpa rilevante ai sensi dell’art. 2043 c.c. anche se in sede penale fosse oggetto di accertamento un reato doloso; la colpa penale e quella civile non coincidono, se non morfologicamente, ai sensi dell’art. 43 c.p., ma differiscono funzionalmente“.

Inoltre il giudizio civile e quello penale di basano su differenti elementi di fatto: i fatti posti alla base della domanda risarcitoria nel giudizio civile, non sempre coincidono con il fatto di reato]

Pertanto il giudizio civile è da considerarsi AUTONOMO rispetto a quello penale, sotto il profilo sia funzionale che sostanziale.

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.