Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

AUTO PIRATA

pirata

Il problema del risarcimento del danno al mezzo al vaglio della Corte costituzionale.

In caso di sinistro stradale provocato da un “pirata della strada” nessun problema per il risarcimento delle lesioni personali subite: il risarcimento viene ottenuto tramite il Fondo di Garanzia per le vittime della strada.

Sorgono invece ostacoli per ottenere il ristoro del danno al mezzo, che viene risarcito solo se la vittima dell’incidente abbia riportato lesioni gravissime.

Tale tipologia di soluzione desta perplessità principalmente sotto il profilo della legittimità.

Il Giudice di Pace di Avezzano ha sollevato la questione rivolgendosi alla Corte Costituzionale per la verifica della conformità dell’art. 283 del Codice della Strada con la Costituzione: il Giudice di Pace con ordinanza n. 9472017 ha rimandato alla Consulta per la valutazione della coerenza della norma anzidetta con il principio di uguaglianza costituzionalmente garantito, nella parte in cui non prevede in risarcimento del danno in favore del proprietario di un veicolo coinvolto in un sinistro stradale provocato da un’auto pirata, quando il conducente danneggiato non abbia subito gravi lesioni personali.

Infatti l’art. 283 c.d.S. appare contrario, innanzitutto, al principio di uguaglianza di cui all’art. 3 del testo costituzionale dal momento che pone in posizione di diseguaglianza i proprietari dei veicoli danneggiati dalle auto pirata, permettendo che il danno al mezzo sia risarcito solo in favore di coloro i quali abbiano anche subito gravi danni alla persona.

La norma appare in contrasto anche con l’art. 24 della Costituzione che sancisce il diritto inviolabile alla difesa in ogni stato e grado del procedimento nonché il diritto di agire in giudizio per la tutela dei diritti, pertanto ammettere il risarcimento del danno al mezzo solo a chi abbia subito anche gravissime lesioni fisiche, induce il proprietario del mezzo coinvolto e danneggiato a desistere dall’agire per la tutela dei propri diritti e quindi per ottenere il risarcimento del danno, qualora abbia subito lievi danni alla persona.

Si attende la pronuncia della Corte Costituzionale in merito alla questione…

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.