Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

Attenzione agli utenti deboli della strada

In aumento i casi di incidenti stradali che vedono coinvolti e gravemente danneggiati pedoni e ciclisti, a causa della crescente disattenzione alla guida. Spesso i sinistri sono provocati anche dalla non corretta conoscenza dei segnali stradali.

In aumento i casi di incidenti stradali che vedono coinvolti e gravemente danneggiati pedoni e ciclisti, a causa della crescente disattenzione alla guida. Spesso i sinistri sono provocati anche dalla non corretta conoscenza dei segnali stradali.

In tratti stradali percorsi da pedoni e ciclisti bisogna decisamente aumentare l’attenzione, utile un occhio in più ai segnali stradali che riguardano queste tipologie di utenti della strada.

Eppure la segnaletica parla chiaro:

  1. In un incrocio con il semaforo, se la luce verde del semaforo è affiancata dalla sagoma gialla e lampeggiante di un pedone: significa che si ha via libera all’incrocio ma a destra è previsto l’attraversamento pedonale ed in questo caso i pedoni hanno la precedenza. Non conoscere questo segnale e quindi oltrepassare l’incrocio senza concedere la dovuta precedenza, oltre a poter provocare gravi incidenti, comporta per il conducente la sanzione pecuniaria dell’ammenda pari ad Euro 41,00 oltre alla decurtazione di 2 punti dalla patente di guida (artt. 41 e 146 Codice della Strada).
  1. I cartelli quadrati raffiguranti un pedone sulle strisce ed un ciclista in sella ad una bici ed il cartello triangolare raffigurante un pedone che attraversa le strisce indicano: i primi due (cartelli quadrati) che nella zona è presente un attraversamento pedonale senza semaforo e l’intersezione della carreggiata con un pista ciclabile; l’altro (cartello triangolare) avverte che a 150 mt. sono presenti strisce pedonali.

Il conducente che non concede la precedenza ai pedoni incorre nella multa di Euro 163,00 e decurtazione di 8 punti dalla patente (art. 191 C.d.s.); invece chi non concede la precedenza ai ciclisti sulla pista ciclabile rischia la multa di euro 41,00 e la decurtazione di 2 punti dalla patente (art. 40 C.d.s.).

  1. Il segnale triangolare che rappresenta un ciclista in sella ad una bicicletta ed il cartello rotondo che raffigura soltanto una bicicletta indicano: il primo che a 150 mt. Si trovano strisce ciclabili che segnano il punto in cui i ciclisti si immettono sulla strada, il secondo invece vieta il transito alle sole biciclette.

Il conducente che non dà la precedenza ai ciclisti rischia la sanzione pecuniaria di Euro 41,00 e decurtazione di 2 punti dalla patente. Invece il ciclista che non rispetti il divieto di transito in zona interdetta alle biciclette, rischia la multa di Euro 41,00.(art. 40 C.d.s.)

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.