Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

Responsabilità medica: legittima la condanna della sola ASL

Malasanità: dermatologo condannato per omesso approfondimento di esami

In tema di malasanità, se il paziente danneggiato agisce in giudizio nei confronti della sola Asl e quest’ultima chiama in giudizio il medico, ciò non basta per estendere in automatico l’azione giudiziale anche nei confronti del sanitario.

È quanto affermato dalla Corte di Cassazione con la recente sentenza n. 30601/2018 con la quale gli Ermellini hanno chiarito che in casi del genere il litisconsorzio è facoltativo, pertanto la domanda del paziente svolta nei confronti della Asl, si estende anche al medico solo nel caso in cui la Asl indichi il medico come unico responsabile e non anche quando la struttura chiama il sanitario solo in garanzia, come è accaduto nel caso al vaglio della Suprema Corte.

In altre parole il paziente che decide di agire contro la Asl e non contro il medico subirà le conseguenze della mancata partecipazione di quest’ultimo al processo.

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.