Da gennaio 2019 scatterà il consueto aumento biennale delle sanzioni previste dal codice della strada che per il prossimo anno sarà di oltre il 2%.

L’aumento è previsto dal Codice della Strada, art. 195, che prevede espressamente l’adeguamento delle sanzioni pecuniarie agli indici Istat, stabilendo l’incremento delle sanzioni amministrative in misura pari alla variazione degli indici Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nei due anni precedenti.

 

DI SEGUITO GLI IMPORTI AUMENTATI IN BASE ALLE SANZIONI:

  • Divieto di sosta: aumento di 2 euro.
  • Omesso utilizzo cinture di sicurezza: aumento di 2 euro.
  • Guida con cellulare: aumento di 4 euro.
  • Passaggio con semaforo rosso: aumento di 4 euro.
  • Omessa revisione periodica aumento di 4 euro.
  • Mancanza copertura assicurativa: aumento di 20 euro.
  • Guida in stato di ebbrezza alcolica: con tasso alcoolemico superiore a 0,5 g/l e non superiore a 0,8 g/l aumenterà da 532 a 545 euro.
  • Eccesso di velocità, se si esamina la fascia dalle 7 alle 22, le sanzioni vanno da 42 euro per velocità entro 10 km/h oltre il limite, a 173 euro tra 10 e 40 km/h oltre il limite, a 545 euro tra 40 e 60 km/h oltre il limite e a 849 euro con la velocità di 60 km/h oltre il limite.
  • Per sanzioni che prevedono il decurtamento di punti dalla patente di guida, l’omessa comunicazione del proprietario del veicolo e delle generalità del trasgressore entro sessanta giorni dalla notificazione del verbale sarà sanzionata con 293 euro.