Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

IL SOGGETTO COINVOLTO IN UN SINISTRO NON PUÒ TESTIMONIARE

sinistro stradale legge

Il soggetto portatore di un interesse attuale e concreto in una controversia avente ad oggetto l’ incidente stradale in cui è rimasto coinvolto, è incapace a testimoniare nel giudizio.

Il principio è stato recentemente ribadito dalla Corte di Cassazione con ordinanza n. 14468/2021, pronunciata in tema di incapacità a deporre.

IL CASO: un automobilista riportava danni a seguito di un tamponamento e, al fine di ottenere il risarcimento, agiva in giudizio nei confronti del proprietaria del mezzo tamponante e la compagnia assicurativa.

Nel corso del giudizio veniva acquisita la testimonianza del dipendente della società proprietaria del mezzo tamponante, che aveva guidato il veicolo il giorno del sinistro, il quale negava i fatti contestati. La difesa dell’attore eccepiva l’incapacità a testimoniare del dipendente, in quanto portatore di un interesse attuale e concreto all’esito della controversia (ex art. 246 c.p.c.). La domanda attorea veniva rigettata si in primo grado che in appello. Il danneggiato, pertanto ricorreva in Cassazione.

LA DECISIONE: la Suprema Corte ha accolto il ricorso con rinvio al Tribunale in diversa composizione. Secondo gli Ermellini, infatti, la sentenza gravata si basava sulle dichiarazioni del teste che era incapace a deporre, in quanto conducente del veicolo tamponante, quindi coinvolto nel sinistro.

 

 

 

 

 

 

 

 

”.

 

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.