Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

BIMBO NATO MORTO PER COLPA MEDICA

nascita-indesiderata-risarcimento-padre

Risarcimento dimezzato per i genitori del bimbo nato morto a causa dell’errore dei sanitari perché l’affetto sarebbe “solo potenziale”.

È destinata a far discutere la recente ordinanza n. 22859/2020   della Corte di Cassazione che, in materia di risarcimento danni per morte del figlio, differenzia la situazione del decesso dopo la nascita da quella del feto nato morto.

Nel ragionamento della Suprema Corte, nel caso in cui un bimbo nasca morto, mancherebbe un rapporto fisico e psichico oggettivo tra lo stesso ed i genitori (o altro familiari come fratelli e sorelle, nonni) e ciò giustificherebbe il risarcimento dimezzato.

Secondo gli Ermellini, infatti, ai fini della quantificazione del danno risarcibile, rileva la privazione della relazione affettiva concreta.

In caso di decesso anteriore alla nascita, invece, la relazione affettiva sarebbe soltanto potenziale. Per questo motivo il risarcimento spettante ai genitori, calcolato in base ai parametri del Tribunale di Milano, sarebbe da dimezzare.

Le Tabelle del Tribunale di Milano infatti determinano il risarcimento del danno per la morte di un congiunto e riguardano una relazione affettiva concreta, ma la tabellazione non prevede il danno per la perdita di una relazione affettiva solo potenziale.

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.