Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

ASPORTAZIONE DEL RENE SANO ASSOLTO IL CHIRURGO IMPUTATO PER LESIONI COLPOSE

legge balduzzi

Il chirurgo che aveva erroneamente asportato ad un paziente il rene sano in luogo di quello malato, è stato assolto per carenza di querela.

IL CASO: al paziente veniva sportato il rene destro, perfettamente funzionante, al posto del rene sinistro, che era quello malato.

Il paziente decedeva ed il chirurgo veniva imputato di omicidio colposo.

All’esito del giudizio di primo grado il Tribunale, aderendo alle conclusioni dei periti, riteneva non sussistere nesso di causalità tra la condotta degli imputati ed il decesso del paziente e riqualificava il reato di omicidio colposo in reato di lesioni colpose in virtù dell’asportazione del rene sano.

I periti infatti avevano concluso che il paziente sarebbe comunque deceduto, anche se gli fosse stato asportato il rene malato, per la natura del tumore che aveva colpito l’organo cui si sommava l’età del paziente.

La Corte d’Appello confermava il proscioglimento del Medico dal reato di omicidio colposo, qualificato in lesioni colpose, per difetto di querela.

LA PRONUNCIA: gli Ermellini hanno ritenuto inammissibile il ricorso perché l’imputato non ha interesse ad impugnare una sentenza di improcedibilità per mancanza di querela, e ciò anche se tale decisione consegua ad una diversa qualificazione giuridica del fatto contestato, trattandosi di causa originaria ostativa all’esercizio di tale potere, benché successivamente dichiarata”.(Cass. pen. n.24384/2022)

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.