Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

RESPONSABILITÀ MEDICA PRECISAZIONI DELLA CASSAZIONE

responsabilita medica

 

Nella recente sentenza n. 15258/2020 la Suprema Corte ha puntualizzato i criteri per la valutazione della responsabilità   professionale sanitaria affermando che:

  • la condotta del medico, ai fini dell’accertamento della responsabilità, deve essere valutata in primis in termini di PERIZIA/IMPERIZIA. Infatti tutte le attività professionali richiedono, per il loro esercizio, l’uso della perizia e quindi il rispetto delle regole tecniche (leges artis) scientifiche e pratiche, dettate per quella specifica attività professionale.
  • Soltanto dopo si potrà andare ad indagare la condotta del sanitario sotto il profilo della NEGLIGENZA e della IMPRUDENZA. A tal proposito gli Ermellini hanno sottolineato la difficoltà di individuare in giurisprudenza con certezza i comportamenti da ritenersi negligenti o imprudenti. A titolo esemplificativo, in alcune pronunce si è sostenuto che l’errore diagnostico è frutto di imperizia, mentre la scelta compiuta dal sanitario tra due possibili modalità d’esecuzione di un intervento chirurgico, costituirebbe condotta imprudente. Sempre secondo la Corte non è possibile generalizzare a priori le varie condotte ed è quindi compito del giudice specificare di volta in volta di quale colpa si tratti (generica o specifica, colpa da imperizia, imprudenza o negligenza)

 

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.