Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

Responsabilità medica: niente consenso in caso di urgenza

Il medico può non richiedere il consenso nel caso in cui le condizioni del paziente siano gravi e tali da richiedere un intervento immediato.

Il sanitario ha infatti l’obbligo di attuare le cure necessarie (cd. “salva-vita”) ogniqualvolta si trovi davanti un paziente in pericolo di vita.

Salvare la vita del paziente, in caso di emergenza, prevale sul consenso e se la persona non è in grado di esprimere il proprio consenso alle cure, il medico ha l’obbligo di procedere alle cure, senza per questo violare gli obblighi di assunzione del consenso informato

La Corte di Cassazione ha ribadito il principio con la sentenza n. 31628/2018 con la quale ha riaffermato che il medico non è responsabile penalmente per lesioni personali o violenza privata laddove sia intervenuto sul paziente nel rispetto dei protocolli e delle leges artis, tanto da aver migliorato le condizioni di salute del malato, anche in mancanza del consenso informato del paziente.

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.