Via Monte Conero, 61 | 63074 San Benedetto del Tronto AP

Responsabilità medica: art 2236 c.c. interpretato alla luce della legge Gelli

Malasanita-responsabilita-medica-morte-paziente-causa-infezione-post-operatoria

Il Tribunale di Roma, con sentenza del 1° Febbraio 2018 ha recentemente affermato la necessità che tutte le norme relative alla responsabilità professionale sanitaria siano ora interpretate tenendo conto di quanto stabilito dalla Legge n. 24/2017 (cd. Legge Gelli).

I giudici in particolare hanno preso in considerazione l’art. 2236 c.c. – riguardante la responsabilità del prestatore d’opera – in cui si legge che se la prestazione implica la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà, il prestatore d’opera risponde dei danni solo in caso di dolo o colpa grave. Ebbene, alla luce della Legge n. 2472017, non può ravvisarsi colpa grave in capo al medico che, dinanzi a problemi tecnici di speciale difficoltà, si sia attenuto alle linee guida o alle buone pratiche clinico-assistenziali, a prescindere dal risultato. Infatti gli artt. 5, 6 e 7 della legge n. 2472017 hanno collegato la sussistenza e l’intensità della colpa al rispetto o meno di linee guida e buone pratiche cliniche.

Post Correlati

Lascia un commento

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il tuo browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.